Brand Identity: cos'è e come si crea

Pubblicato il 9, April, 2021 | Categoria 

La brand identity è davvero l'asset fondamentale per quanto riguarda un brand che intende posizionarsi in un determinato modo sul mercato.

Quando pensi ad un'azienda infatti, sicuramente ti vengono in mente subito pensieri che associ ad essa, in modo più o meno conscio. A prescindere dal settore di appartenenza, una volta che hai acquisito delle informazioni su un prodotto o un servizio proposto, andrai ad elaborare in modo del tutto automatico tutta una serie di percezioni che inizi ad associare al brand o l'azienda stessa.

Queste idee, percezioni e intuizioni acquisite spesso in pochi istanti, sono il risultato di un lavoro di brand identity che, se fatto in modo ottimale, può essere decisivo per il successo di un progetto imprenditoriale.

Cos'è una brand identity

La brand identity è l'insieme di tutte le componenti comunicative di carattere fisico e psicologico che contribuiscono a creare un'immagine di come un brand viene percepito dal pubblico.

Queste caratteristiche non sono quindi solo gli elementi grafici, ma qualsiasi componente visiva, tattile o uditiva (a seconda del brand). Non solo, nella brand identity rientrano anche i valori, il tone of voice e il comportamento generale adottato da un'azienda.

Come creare una brand identity

La brand identity è in un certo senso il risultato finale di un processo che viene fatto a monte, ovvero la brand strategy. In questa fase, si vanno a raccogliere tutte le informazioni fondamentali inerenti il business che si intende intraprendere, così da poter sviluppare un progetto di branding con dei parametri oggettivi.

Un ruolo fondamentale della brand strategy è l'identificazione del target di riferimento, il settore o il mercato nel quale andrà ad operare l'azienda, e di conseguenza chi sono i competitor e quali sono i loro comportamenti nei confronti del contesto nel quale operano.

Un concetto chiave che andrebbe identificato in questa fase è quello definito Unique Selling Proposition. In che modo puoi essere competitivo? Quali sono gli elementi chiave che ti differenziano dai tuoi futuri competitor?

Avere una Unique Selling Proposition mette il tuo brand in una posizione di vantaggio competitivo nel mercato all'intero del quale andrai ad operare.

A cosa serve una brand identity

Una brand identity ti permette di essere identificato in un determinato modo sul mercato. Cosa significa? Quando conosci una persona inizia a capire quali sono le sue caratteristiche, il suo comportamento, i suoi orientamenti e i suoi valori.

Lo stesso concetto può essere applicato ad un'azienda. Se pensi ad un brand come Nike, qual'è la prima cosa che ti viene in mente? Personalmente penso subito a sport, attività fisica, sfida, impegno costante, etc... Sono tutte sensazioni che derivano dalla loro brand identity aziendale.

Prova ora a pensare ad un brand come Apple. Cosa vende Apple? Banalmente potresti pensare, che vende computer, telefoni, e prodotti elettronici. Apple dal mio punto di vista è invece più orientata al settore del lusso.

Chi compra un loro prodotto lo fa spesso per differenziarsi dalla massa, per acquisire uno "status". Ok, sono anche molti i casi in cui vi è una necessità oggettiva, ma la maggior parte degli acquirenti acquistano un prodotto della mela avendo questa loro immagine nella mente.

Lo conferma il fatto che i loro prodotti non sono hanno un pricing d'effetto, super competitivo rispetto al mercato. Cercano invece sempre l'innovazione e l'unicità, il prezzo che si riflette sui prodotti infatti lo conferma.

Come si fa una brand identity: gli elementi visuali che la compongono

La componente visiva è molto importante ed è spesso quella che più rimane impressa nelle menti delle persone.

Per questo motivo, le aziende si concentrano molto su quelli che sono gli asset visuali relativi al proprio brand. Questo processo però non è lasciato al caso, ma segue invece dei parametri e delle informazioni ricavate dalla brand strategy.

Quando si parla di identità visiva ci si riferisce a tutti quegli elementi che il brand stesso utilizza nel processo di comunicazione. Alcuni di questi sono:

  • Logo
    Dopo aver dato un nome al brand tramite un processo di naming, si inizia a realizzare il logo aziendale. Questa fase è fondamentale in quanto è uno degli asset visuali principali che un brand può produrre.
  • Palette colori
    Lo schema colore che si andrà ad utilizzare in fase di branding è estremamente fondamentale. I colori non si scelgono a caso o perché piacciono. Ogni colore comunica e richiama inconsciamente sensazioni ed emozioni e vanno scelti con cura e criterio, anche perché andranno utilizzati per tutti gli asset prodotti.
  • Caratteri tipografici
    Può sembrare banale, ma anche dei font concorrono al processo di comunicazione. Un'azienda che vende gioielli o profumi difficilmente utilizzerà lo stesso stile tipografico di un brand di abbigliamento sportivo. I caratteri utilizzati possono conferire un'idea di lusso ed eleganza nel primo caso, piuttosto che dinamismo ed energia nel secondo.
  • Immagini ed Icone
    Che tipo di immagini vuoi utilizzare? Qual è il loro stile ed eventuale trattamento? Le immagini che inserirai nei vari contesti influenzeranno la percezione del brand. Non solo, anche le icone concorrono alla creazione dell'immagine aziendale e vanno progettate o scelte in modo coerente al contesto.
  • Altri asset per la comunicazione
    In un contesto aziendale esistono molti asset che vengono utilizzati quotidianamente nei rapporti col pubblico e potenziali clienti. Questi sono ad esempio biglietti da visita, carta intestata, buste, brochures, flyers e anche il packaging (se si vendono prodotti fisici). Tutti questi asset dovranno utilizzare gli elementi nominati in precedenza con coerenza.

Conclusioni

Perché si sviluppa una brand identity aziendale? Semplicemente per creare un brand con un certo criterio. Non prendere in considerazione tutte le riflessioni fatte fino ad ora equivale ad improvvisare. Certo, è possibile farlo. Ma l'improvvisazione spesso porta a risultati deludenti (nel migliore dei casi) o a nessun risultato nella maggior parte dei casi.

Prima di lanciare un qualsiasi progetto è bene quindi prendersi del tempo per studiare il mercato, identificare delle personas di riferimento, e delineare una strategia di comunicazione efficace in grado di convertire il più possibile dei potenziali clienti.

menu
en_GBEN